Accedi al sito
Serve aiuto?
Tipologia di prestazioni

Riabilitazione Neuromotoria
Da anni questo settore segue un’impostazione che ha come riferimento teorico, l’ETC, l’esercizio terapeutico conoscitivo, che considera la riabilitazione come processo di apprendimento in condizioni patologiche.
Esso consiste nel proporre al paziente un compito conoscitivo che deve risolvere attraverso un determinato comportamento senso motorio, significativo ai fini del recupero delle funzioni. Partendo da un’analisi dei problemi del paziente (cosa sa fare, cosa non sa fare, cosa riesce a fare se aiutato), si finisce col formulare un’ipotesi sul come favorire meccanismi di recupero e la capacità di organizzare le conoscenze per render più variabile e più evoluta l’interazione con la realtà circostante.
Riabilitazione Funzioni Cognitive
La riabilitazione cognitiva riveste una importanza fondamentale nel favorire il potenziamento e, in alcuni casi, l’acquisizione di quelle abilità che a causa dell’handicap non si sono sviluppate e consolidate spontaneamente. Gli obiettivi della riabilitazione cognitiva si riferiscono allo sviluppo delle capacità attentive e mnestiche, del linguaggio, delle abilità visuospaziali e di percezione spazio-tempo, dell’apprendimento della scrittura, lettura e calcolo.
Psicomotricità
La psicomotricità studia ed educa l’attività psichica attraverso il movimento del corpo. Essa tende al recupero delle capacità affettive, relazionali e/o funzionali, mediante un approccio globale, che a partire dal corpo, elabora strategie corticali cognitive ed emozionali che determinano la condotta dei soggetti orientandone stili cognitivi, emotivi e comportamentali.
Il principio fondamentale della pratica psicomotoria è quello di educare o rieducare la personalità globale del bambino come interazione della sfera mentale, corporea ed affettivo.
Il servizio si rivolge ai bambini compresi nell’età evolutiva.
Logopedia
L’attività logopedia prevede un intervento specifico sulla patologia del linguaggio e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica. Pertanto,  dopo l’osservazione del paziente, l’equipe interdisciplinare realizza un progetto terapeutico in base alla patologia e alla fase evolutiva. Inoltre, per garantire la buona riuscita del progetto riabilitativo, il logopedista lavora in stretta collaborazione con la famiglia e con gli altri soggetti che interagiscono con il paziente, informando e informandosi sulle modalità relazionali del soggetto e sulle competenze raggiunte. Il servizio si rivolge sia ad utenti adulti (disturbi della voce in pazienti laringectomizzati, afasia e altre patologie a carico del SSN)che a bambini (agnosia, aprassia, sordità, disturbi da inadeguatezza socio-culturale ed affettiva, patologie secondarie del SNC, disturbi somatici e sintattici).
Per pazienti che hanno difficoltà ad utilizzare i più comuni canali comunicativi, in particolare il linguaggio orale e la scrittura, le metodiche utilizzate riguardano la Comunicazione Facilitata e la Comunicazione Alternativa Aumentativa. Tale metodica viene anche utilizzata per quei soggetti con disturbo della relazione (autistici) consentendo loro di sviluppare una forma alternativa di comunicazione mediata dalla figura del facilitatore come supporto sia fisico che emotivo.
Psicoterapia Individuale e Familiare
La psicoterapia, attraverso incontri individuali e/o familiari, si prefigge l’obiettivo di fornire sostegno, elaborazione e cura di disturbi e patologie dell’età evolutiva, problematiche familiari e difficoltà relazionali; sono inoltre attivati gruppi di auto aiuto a favore dei familiari degli utenti del reparto residenziale e semiresidenziale.
Metodica A.B.A. (Applied Behavior Analysis)
La terapia ABA è un piano di trattamento comportamentale che ha ottenuto un successo straordinario con i bambini con disturbi dello spettro autistico (ASD), sia in termini di integrazione in sistemi scolastici pubblici con assistenza minima, sia per lo sviluppo di abilità di vita quotidiana.
L’intervento ABA non offre garanzie assolute per una guarigione e remissione dal disturbo ma, con la corretta applicazione delle procedure, può determinare un sensibile miglioramento nelle abilità e nel comportamento del bambino ed è in grado di produrre cambiamenti socialmente significativi per il bambino e per la famiglia. 
Affinché possano essere raggiunti gli obiettivi prefissati, è necessario che l’intervento sia intensivo e che sia svolto nei diversi contesti di vita del bambino (casa, scuola, centro di riabilitazione).
Terapia Occupazionale
La terapia occupazionale è la scienza di riabilitare persone di tutte le età, con malattia e/o disabilità, temporanee e permanenti, fisiche e/o psichiche, attraverso specifiche attività analizzate, graduate e selezionate con lo scopo di rendere il soggetto in grado di raggiungere la massima autonomia e indipendenza possibili, in tutti gli aspetti della propria vita. Le attività finalizzate includono le tre sfere di attività della vita quotidiana:
  1. Attività di esistenza, legata allo sviluppo dell’autonomia della persona;
  2. Attività di lavoro, volta a favorire le abilità espressive;
  3. Attività di gioco, che si esplica attraverso attività strutturate con regole, finalizzate a favorire i processi di socializzazione.
Allo stato attuale, la terapia occupazionale, si avvale dei seguenti laboratori svolti nell’ambito delle prestazioni ambulatoriali e semiresidenziali:
Abilitazione Funzionale:consistente nella acquisizione delle nozioni fondamentali per la cura di sé, abilità e abitudine nell’uso dei servizi igienici, cura dell’igiene, cura della persona, capacità di identificare sostanze e attività pericolose.
Autonomia Sociale: acquisizione delle nozioni fondamentali per l’orientamento nel tempo e nello spazio e nella vita sociale e relazionale:apprendimento della modalità dell’uso dell’orologio, conoscenza della segnaletica stradale e dei servizi di pubblica utilità, apprendimento delle modalità di utilizzo del telefono e uso dei mezzi pubblici.
Cucina: acquisizione delle nozioni fondamentali per la gestione della cucina: conoscere e utilizzare gli utensili ed i piccoli elettrodomestici, realizzare le ricette, scegliere e dosare gli ingredienti giusti, cura e igiene degli attrezzi.
Cucito: vari sono gli insegnamenti come ad esempio, infilare l’ago, cucire a grossi punti su un cartoncino, attaccare bottoni, esercizi di ritaglio, piegatura e strappo, infilare perle per formare collane.
Giardinaggio:tale laboratorio consiste nello svolgimento della rastrellatura, zappatura, setacciatura, messa a dimora di piante e fiori , concimazione manuale, semina irrigazione manuale e cimatura.
Ecologico: educare al rispetto degli equilibri naturali, sperimentare il contatto con la natura mediante visite guidate all’esterno, conoscere il susseguirsi delle stagioni.
Consulenza Psicopedagogica
Il servizio offre una consulenza qualificata e un aiuto in campo psicopedagogico, orientato alla risoluzione di problemi di natura educativa, familiare e scolastica, ponendo maggiore attenzione all’aspetto di prevenzione, affiancamento e sostegno rivolto a ragazzi, genitori, famiglie con difficoltà di tipo educazionale- scolastico.
Assistenza Sociale
E’ un servizio professionale che garantisce l’accoglienza, l’informazione e la consulenza sociale ai singoli utenti e ai loro familiari, attraverso colloqui di ascolto, orientamento, e filtro, favorendo, inoltre, il raccordo tra il Centro e altri Enti ed Agenzie territoriali (ASL, Comune, Ambiti territoriali, scuole).
Segretariato Sociale
E’ un servizio a carattere informativo e di orientamento: fornisce notizie utili e informazioni circa le risorse sociali e sanitarie esistenti, sulle modalità di accesso alle stesse, ed indirizza l’utente verso l’ente o l’organismo competente. Il servizio si rivolge a tutti gli utenti del Centro.
Attività Sportive
Il centro offre ai propri pazienti diversamente abili la possibilità di svolgere diverse discipline sportive. Tali attività consentono non solo lo sviluppo delle capacità motorie, ma rappresentano vere esperienze di vita associata improntata alla scoperta e condivisione di valori fondamentali, ad aumentare l’autostima, a sviluppare spirito di sacrificio e senso di appartenenza al gruppo e alla squadra.